What do you think of me aka siete uomini o caporali

‘La religione non porta consiglio’, fu la conclusione di Estelle. ‘Nella Bibbia c’è scritto di amare il prossimo… peccato che abbiano dimenticato di aggiungere che è meglio non farsi beccare’.

 Die Dienstagsfrauen – Monika Peetz

io per questa vita sono femmina,

ho tutti i difetti da femmina, un paio di pregi da femmina, che non ristabiliscono di certo l’equilibrio fra le parti, ma mi fanno rientrare comunque nell’insieme femmina: ho vanità, ho sbalzi d’umore non necessariamente legati ai cicli lunari, ho tempi piuttosto lunghi quando cerco di varcare la porta di casa, all’interno di una conversazione posso switchare argomento innumerevoli volte pur mantenendo, almeno per quanto mi riguarda e, per quanto riguarda il mio interlocutore (se è donna ) una contorta coerenza, sono egocentrica, egoista e posso diventare piuttosto stronza, deliberatamente stronza…

fa femmina, che non è solo l’essere sessualmente donna..è femmina alla femmina..

poi ho quelle parti di cervello maschile che ristabiliscono un po’ di equilibrio…non bastano..ma mi salvano da altri difetti femminili..tipo le crisi isteriche, la gelosia insensata che ti fa controllare spasmodicamente i vari social di lui, o spaccargli il parabrezza….

non sono solo io così, siamo in un po’ così; magari dipende da quella parità dei sessi che tanto andava di moda qualche hanno fa…

io mi dissocio, è l’unica cosa in cui nella vita ho mostrato un po’ di coerenza, sono maschilista…la parità dei sessi è una inculata: ti tocca fare tutto quello che facevi da donna più quello che fanno gli uomini, per dimostrare che sai farlo, che puoi farlo….e perché? ma chi me lo fa fare..ma state scherzando?!

c’è l’altra faccia della medaglia della parità sessuale naturalmente; ha preso e continua a prendere piede negli ultimi anni sempre di più:gli uomini sono autorizzati ad essere più donna.

non è questione di metrosexual, di dandy, di checazzo…sono autorizzati, anzi, si sentono autorizzati a manifestare sentimenti e emozioni palesemente femminili.

Così tanto autorizzati da farmi rimpiangere The Situation*, e questa è un’affermazione piuttosto grave.

Non sono specie di uomini particolari…colpisce un po’ tutti..chi più chi meno: iniziano ad avere bisogni, voglie, aspettative, necessità, a sentire l’orologio biologico..a volere fare le cose con calma, a guardare il telefono in attesa di una telefonata, a sentirsi grassi, a cambiare umore in base a come gira il vento o al ciclo mestruale (loro non hanno i crampi,mai mal di testa si), a “non mi dai abbastanza attenzioni”..a commuversi, a non mi comprendi..a la mano intrecciata nella tua invece di dove dio aveva stabilito dovesse essere quando si cammina per strada: sul culo!

Non credo voglia dire che prima non provassero emozioni e sentimenti, in fondo gli uomini sono esseri umani come noi..hanno dei sentimenti, ma almeno avevano la sacrosanta decenza di tenerseli per se, ora li sbandierano fieri..manco fosse una bella cosa.

siamo passati da “è figo un uomo in cucina” a ” desperate housemanish”..non ce la posso fare..

io voglio una scimmia..rivoglio quegli uomini che manifestavano amore incondizionato solo per la loro moto, che ti chiamano quando hanno voglia, e si fanno fottere facile quando glieladai/non dai**

ho il dente avvelenato

scusate, mi hanno rubato un’altra bicicletta.

*the Situation è , per i pochi che ignorano, il nome d’arte di Michael Sorrentino, uno dei più grandi personaggi emersi negli ultimi anni. Nato nel famosissimo reality Jersey shore..(voglio dire, quest’uomo fa talmente schifo da riuscire ad essere pagato da Abercrombie  per non indossare le loro magliette). La filosofia di the situation segue tre principi fondamentali: Fuck, Tan , Gym..l’ultimo uomo vero.

**questa è ancora da capire, c’è una disputa in corso sul sia più forte il potere del gliela do o il potere de me la tengo e te la sudi…tipo il dubbio dell’uovo e la gallina.. 

Per fortuna esistono le eccezioni ..(?)

  Jack: L’intelligenza, non la posso più soffrire. Al giorno d’oggi sono tutti intelligenti. Non si può andare da nessuna parte senza incontrare gente intelligente. È veramente una calamità nazionale. Darei non so che cosa perché ci fosse ancora un po’ di gente stupida
Algernon: Oh, ce n’è.
Jack: Mi piacerebbe molto conoscerne qualcuno. Chissà di che cosa parlano?
Algernon: Gli stupidi? Oh, delle persone intelligenti, naturalmente.
Jack: Che stupidi!

The Importance Of Being Earnest – Oscar Wilde



Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...