You may grow up to be a fish aka il mare era pieno di pesci

il

Il tempo è una emozione, ed è una grandezza bidimensionale, nel senso che lo puoi vivere in due dimensioni diverse: in lunghezza e in larghezza. Se lo vivete in lunghezza, in modo monotono, sempre uguale, dopo sessant’anni, voi avete sessant’anni. Se invece lo vivi in larghezza, con alti e bassi, innamorandoti, magari facendo pure qualche sciocchezza, allora dopo sessant’anni avrai solo trent’anni. Il guaio è che gli uomini studiano come allungare la vita, quando invece bisognerebbe allargarla..

32 Dicembre – Luciano De Crescenzo

 

apro una piccola parentesi..la chiuderò..ora la apro..

gli uomini di una volta non ci sono, e questo a detta degli uomini di oggi,

ggiuro, io mi adeguo facile…abbastanza facile..

l’estinzione del maschio rimane comunque un fatto certificato.

io sono femmina,

femmina in quanto: essere bestia camminante e blaterante con organi riproduttivi femminili; non pretendo di definirmi donna, anche se so per certo di essere portatrice di tutti i difetti e i mali del mondo..nel caso fossi o non fossi donna.

io sono femmina e cerco uomo, facile..

uomo in quanto essere umano, possibilmente, pensante, quietamente paziente, minimamente intelligente e autosufficiente, in assenza di ciclo mestruale perpetuo..

facile!

si certo..

il campione analizzato è piuttosto ampio…grazie a vari sdoganamenti, il target va dai 20 a 40 anni…ceti sociali, provenienza, livello di istruzione misti..

come dire: abbiamo avuto a che fare con genti di tutti i tipi…abbiamo, preciso..io e altri esemplari di femmine, alcune anche donne, alcuni uomini; non avrei mai potuto affrontare tutto da sola.non ho né il tempo né l’energia fisica e mentale per farlo..

un tempo c’erano gli uomini, c’era il romantico, il macho, il preciso…al massimo li distinguevi per segni zodiacali..

in linea di massima, volendo generalizzare, funzionava così: uomo chiede donna dice no ( che poi voleva dire si , bastava chiedere tre volte: no, non lo so/non posso/forse, si…facile, matematica elementare)

uomo = uomo, donna= donna.

le tipologie di uomo che si sono venute a creare in estinzione della precedente, per assurdi motivi considerata obsoleta, sono molteplici;

uno dei tanti nuovi esemplari di razza maschile che spicca e di cui ora sveleremo le principali caratteristiche è L’UOMOFIGA.

l’uomofiga ( a seguire UF ) non è semplicemente la versione maschile della figa di legno, è molto più complicato..lo trovi ovunque, non esiste ambiente in cui non si riproduca, non puoi evitarlo, è una piaga sociale di cui tutti noi dobbiamo pagare lo scotto..

l’uf se vuole uscire con te non ti chiama, aspetta che lo fai tu, poi risponde con un messaggio entro 48 ore, lamentandosi che non tu l’abbia cercato prima;

ti fissa un appuntamento non appuntamento ( tipo : devo andare lì con dei colleghi se ti va passa) , così se non vai NON gli Hai dato buca, tu.

L’uf non ha il coraggio delle sue azioni, non chiede, aspetta che il tuo generoso dono gli venga recapitato a domicilio senza neanche averlo ordinato ( non so tipo lunedì pizza a domicilio gratis, così)

l’uf se lo chiami per chiedergli come sta gli vengono le ansie neanche gli abbia mostrato un test di gravidanza positivo ( non ha dubbi di essere lui il padre, lui ha un super sperma che combatte lo sporco e i preservativi)

l’uf se non lo chiami sei una zoccola…(ma non sai quello che ti perdi)

l’uf se lo chiami due volte sei una stalker (ho già avvisato le autorità capisco che per te sia un problema ma io non sono interessato ad una relazione seria, ma ti ho solo chiesto “come stai?”, magari ci vediamo quando torno…ora sto per trasferirmi in bangladesh…)

l’uf ha più vestiti di me

l’uf va dal parrucchiere più spesso di me, e se non ti accorgi che ha cambiato sfumatura alla rasatura soproblemi

l’uf, se tu arrivi all’appuntamento non appuntamento, anche se ha lasciato il tuo letto quella mattina dopo 48ore di te che pensavi “ma questo se ne va o inizio a chiedergli l’affitto?”, dicevamo l’uf ti saluta da lontano con un cenno della testa, non ti porta da bere, se ne sta con i suoi amichetti e ti lancia da 5 a 10 occhiate languide, piene di desiderio nella sua testa, per controllare la preda da lontano , perché, sempre nella sua testa, le probabilità che nel raggio di 20 metri ci sia una o più meglio di te che prende una botta in testa e gliela dà sono altissime…quindi non si brucia la serata..tu sei già la sua sicurezza.

l’uf è sensibile, non è oggetto, lo devi trattare con i guanti e assicurarti che l’ambiente che lo circonda rispecchi lo stato d’animo dovuto al ciclo.

l’uf crede di saper cucinare e pure bene…ogni sua creazione è un dono.

se l’uf ti accompagna a fare shopping è perché lui deve comprare e tu devi dirgli che sta da dio..

l’uf vuole che il suo dono didio tu te lo debba sudare…

ecco..come dire, io non me la voglio sudare,

non sono pigra, sono femmina,

fatemi tornare a fare la femmina per favore

 

al posto della Fede ho finito con il contrarre il dono del Dubbio

Il Caffè Sospeso – Luciano De Crescenzo

 

 

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

  1. just2minutes ha detto:

    Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale
    …si certo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...