I’M a Rocketship On My Way To Mars

Un uomo onesto, un uomo probo,
tralalalalla tralallaleru
s’innamorò perdutamente
d’una che non lo amava niente.

Gli disse portami domani,
tralalalalla tralallaleru
gli disse portami domani
il cuore di tua madre per i miei cani.

Lui dalla madre andò e l’uccise,
tralalalalla tralallaleru
dal petto il cuore le strappò
e dal suo amore ritornò.

Non era il cuore, non era il cuore,
tralalalalla tralallaleru
non le bastava quell’orrore,
voleva un’altra prova del suo cieco amore.

Gli disse amor se mi vuoi bene,
tralalalalla tralallaleru
gli disse amor se mi vuoi bene,
tagliati dei polsi le quattro vene.

Le vene ai polsi lui si tagliò,
tralalalalla tralallaleru
e come il sangue ne sgorgò
correndo come un pazzo da lei tornò.

Gli disse lei ridendo forte,
tralalalalla tralallaleru
gli disse lei ridendo forte,
l’ultima tua prova sarà la morte.

E mentre il sangue lento usciva
e ormai cambiava il suo colore,
la vanità fredda gioiva,
un uomo s’era ucciso per il suo amore.

Fuori soffiava dolce il vento
tralalalalla tralallaleru
ma lei fu presa da sgomento
quando lo vide morir contento.

Morir contento e innamorato
quando a lei niente era restato
non il suo amore non il suo bene
ma solo il sangue secco delle sue vene.

 

Quindi sarebbe tempo di fare bilanci..tirare le somme capire cosa è andato dritto, cosa storto..fare i propositi per l’anno..tempodicosecosì..
Ecco visto che comunque così è: andato è andato..non è che il tempo si possa proprio fermare, non è che si possa riavvolgere..beh..allora vorrei vederla in termini di cosa ho imparato:
Ho imparato che c’è tempo per tutto…che se corro veloce riesco a far durare un giorno il tempo necessario a fare almeno la metà delle cose che vorrei;
che se mangio una fetta di pane di pane reggo tre birre e un chupito in più del solito;
che ho abbastanza vestiti per vestirmi per un anno senza usare la lavatrice;
che gli amici, quelli veri, sono un tesoro impagabile;
che non ho più l’età per non dormire per 48 ore di fila;
che i tacchi sono fighi ma la schiena me li regge solo a giorni alterni;
che il jeffer ha sempre l’effetto desiderato;
che a una certa lo spazio per i tatuaggi finisce;
che i bambini hanno meno paura di me dei divani trascinati dai motoscafi;
che se canto al cinema disturbo i bambini;
che se mi faccio di nuovo i capelli rosa non tornerò ad avere 15anni;
che non si controlla se lo smalto è asciutto toccando l’unghia;
Che se canto per strada c’è sempre qualcuno dietro di me che se la ride anche se “giuro che avevo controllato ero sola”;
Che tutte le cose che mi fanno paura…le posso fare tranquillamente ingerendo una boccetta di fiori di Bach ( che a quel punto è l’effetto dell’alchool contenuto e non dei fiori responsabile dell’efficacia)
Che riesco a riempire 64giga di memoria molto più velocemente di quanto pensassi;
Che quando hai voglia di dire si e poi dici no, era quasi sempre meglio dire si;

Per il resto..io i propositi li ho tutto l’anno:
Laurea fatta, master in corso ( Vabbè…) lavoro pagato, casa…esco tutte le mattine con quattro mazzi di chiavi, nessuno di una casa mia, ma varrà pur qualcosa diamine…
Poi ho almeno altre 200 cose nuove da fare provare assaggiare..
E poi sarebbe ora di andare a vedere un po’ di mondo
E poi sarà passato un altro anno..perché come al solito avrò provato a fare troppe cose e le giornate continuano ad avere solo 24 ore…
Diciamo che ho una apprezzabile buona volontà.

La cosa che vorrei riuscire davvero ad imparare a fare quest’anno è l’ottimizzazione dei tempi morti..
Non intendo quello passato in coda o in attesa di qualcosa..quello é giustamente impiegato ad elencare tutti i santi del paradiso..
Intendo i miei tempi morti…
Si da che son piccina , ad esempio , sono in grado di passare le ore a fissare la stessa televendita di coltelli, padelle, insalate maker, mixer che ti sfornano tutto fumante…( mi sono convinta con gli anni che il mio sogno segreto fosse diventare come Mastrota);
Il tempo passato a fare boccacce a bambini sconosciuti;
Il tempo passato a scegliere la variazione di rosa dello smalto;
Il tempo che passo a fare niente pensando a come sarebbe diverso se facessi qualcosa…
Ecco, quel tipo di tempo la.

Non c’è dubbio che esista un mondo invisibile. Il problema è: quanto dista dal centro e fino a che ora resta aperto? Accadono di continuo eventi inspiegabili. Uno vede gli spiriti. Un altro sente delle voci. Un terzo si sveglia e si trova a correre in una maratona. Quanti di noi una volta o l’altra non hanno sentito una mano gelida sulla nuca mentre erano soli in casa? (Io no, grazie a Dio, ma qualcuno sì). Cosa c’è dietro queste esperienze? O davanti ad esse, già che ci siamo? È vero che certe persone possono predire il futuro o comunicare coi defunti? E dopo la morte, è ancora possibile fare la doccia?

Without Feathers – Woody Allen
 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...