Pools of sorrow waves of joy

Tutto tutto, va bene… vi racconto tutto.
Quando ero in terza ho copiato all’esame di storia.
Quando ero in quarta ho rubato il parrucchino di mio zio Max e me lo sono messo sul mento per fare Mosè alla recita della scuola.
Quando ero in quinta ho buttato per le scale mia sorella Heidi e poi ho dato la colpa al cane… Allora mia madre mi mandò a un campeggio estivo per bambini grassi e poi una volta non ho resistito, ho mangiato due chili di panna e mi hanno cacciato.
Ma la cosa più cattiva è stata quando ho fatto una poltiglia che sembrava vero vomito. La sera sono andato al cinema e ho nascosto la poltiglia nella giacca, sono salito in galleria e poi… poi… ho cominciato a fare dei versi cosi: bwaa… bwaaa… bwaaaarg. E ho versato quella roba sul pubblico che stava di sotto. Allora è successo un vero finimondo, tutti hanno cominciato a vomitare e si vomitavano addosso l’uno con l’altro. Non mi sono sentito mai tanto cattivo in tutta la vita.

The Goonies –

//

ok

tutto ok…

non c’è problema..mi sono persa..

punto ricominciamo da zero..da tre?vabbè

dov’ero rimasta…lavoro..master..casa..treno..radio..corsa..birra (thankgod)

vado avanti e indietro come una folle..onestamente sembro quasi credibile quando salgo in treno con il mio IPad e faccio quella che…se solo i miei incravattatissimi compagni di sventure ferroviare sapessero che gioco a Minion Rush…(è il mio nuovo angry birds) perderei tutto il rispetto che ho impiegato mesi a guadagnare. Tornerebbero a guardarmi come all’inizio..: una ragazzina (sottolineo ragazzina) che passa tutte le sue giornate a fare shopping (idea che trova la sua giustificazione nei sacchetti che mi portavo dietro) e pochi piccoli inconvenienti nella vita..un master in “equilibrio iphone in modalità specchio sul ginocchio ” e la musica decisamente troppo alta oltre le cuffie..

e invece hanno imparato che ci sono anch’io tutti i giorni, tutte le sere, sempre più tardi e pure più di loro, che non è shopping  il mio ma un “mi porto a casa li lavoro (..e anche se fosse shopping sarebbero ricerche di mercato, analisi della concorrenzza…)..che i miei genitori mi hanno fatta studiare anche se posso andare a lavorare in jeans..che dormo mezz’ora per notte e per questo mi devo truccare in treno..

eranno silenziosi i miei viaggi all’inizio, all’inizio nessuno parlava con me..ora posso affermare con un po’ di fierezza che mi tengono il posto, e si preoccupano se non mi vedono arrivare…una piccola famiglia, vabbè comunità..personaggi che vivono solo in quel lasso di tempo della mia realtà, ma di cui sentirei comunque la mancanza..

deve essere per quello che avevo calcolato male i tempi a mia disposizione..il dono del tempo per leggere, fare i conti, studiare, truccarmi, nutrirmi spesso anche, o recuperare un pò di sonno si è trasformato in un appuntamento giornaliero..spesso riempito da lamentele suui treni e il tempo e il governo ladro, ma anecessità anche molto di più..

la prima volta che ho tentato di sembrare all’altezza della serietà richiesta ero in banca, 20anni appena fatti, un prestito da chiedere, una marea di capelli ingestibili e 137 denti in bocca pronti a sorridere speranzosi…il risultato :” signorina senta lei è tanto carina, non le vorrei proprio dire di no..ma con tutti quei ricci e quel bel sorriso dove crede di andare”

ecco, deve essere per questo che ho tentato di mantenere altissimo il mio livello di stupidità apparente..non volevo deludere chi avevo intorno…ma ora ho anch’io le occhiaie, mi danno una certa credibilità..

e così ,qualche sera fa in treno, uno dei miei compagni di viaggio mi  ha additato preoccupato (oramai anche i dirigenti si sono affezionati)

“hey..tutto ok..sembri proprio stanca, di solito sei tutta bella pimpante..”

“no sai..l’insonnia peggiora, stiamo lavorando un sacco non mi rimane molto tempo per studiare…..”

ecco, credo di essermi addormentata mentre parlavo…la mia insonnia perde credibiltà ogni secondo che passa..

esiste, lo giuro, chiedete alle sigarette che vanno in fumo ogni notte..o ai miei vicini che non hanno un attimo di pace.

novembreilmesedimerda è finito…conto a zero..anzi, KARMA: sei fottutamente in debito..

dicembre è un casino…un casino di casino se proprio devo essere onesta..ma

20131209-200544.jpg

Annunci

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. ylian89 ha detto:

    Dicembre è un casino moderato xD

    1. just2minutes ha detto:

      Moderato quasi quanto il conto della mia MasterCard…

  2. ScatenoLaMente ha detto:

    ben detto caz** —
    ..che i miei genitori mi hanno fatta studiare anche se posso andare a lavorare in jeans..
    *mi piace molto quello che dici e come lo dici 😉

    1. just2minutes ha detto:

      Questi giudizi affrettati..
      Se si perdesse un minuto ad ascoltare prima di sentenziare;)
      Nessuno si sofferma a pensare a quanta capacità di equilibrio ci voglia per mettersi il mascara in treno senza perdere la vista

  3. giovaaanna ha detto:

    oramai sei una donna, ragazza scusa, piena di responsabilità… 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...