Another head aches Another heart breaks -39 +128..mmm..ci vuole più impegno

E allora oggi è sabato 18 marzo e sono seduto nel bar strapieno di gente dell’aeroporto di Fort Lauderdale, e dal momento in cui sono sceso dalla nave da crociera al momento in cui salirò sull’aereo per Chicago devono passare quattro ore che sto cercando di ammazzare facendo il punto su quella specie di puzzle ipnotico-sensoriale di tutte le cose che ho visto, sentito e fatto per il reportage che mi hanno commissionato.
Ho visto spiagge di zucchero e un’acqua di un blu limpidissimo. Ho visto in completo casual da uomo tutto rosso col bavero svasato. Ho sentito il profumo che ha l’olio abbronzante quando è spalmato su oltre dieci tonnellate di carne umana bollente. Sono stato chiamato “Mister” in tre diverse nazioni. Ho guardato cinquecento americani benestanti muoversi a scatti ballando l’Electric Slide

Supposedly Fun Thing I’ll Never Do Again – David Foster Wallace

…ero rimasta a che volevo raccontare una cosa..se non sbaglio..

la memoria mi fa parecchio cilecca ultimamente, a quanto pare è uno degli effetti collaterali dell’insonnia..

in realtà basterebbe leggere la lista dei più..per certi versi oscura..per certi altri troppo chiara..non ricordo più cosa volevo dire quando l’ho voluto dire.

uno degli effetti non collaterali dell’insonnia è che ho vissuto un mese come fossero tre..sono stanca..

il “ci vorrebbe una vacanza dalla vacanza” a fine agosto è più udibile di “non esistono più le mezze stagioni”..

una cosa meravigliosa è successa..mi sono innamorata..

chiarisco:

mi sono innamorata di voi..e di me con voi..(chi si sente chiamato in causa è legittimato a farlo..ma onestamente mi riferisco ad un numero di persone relativamente ristretto)

perchè a 18anni..prima vacanza davvero dassola..con gli amici..ti senti libero di fare qualsiasi stupidaggine ti passi per la testa come:

sparire in una notte di tempesta con uno sconosciuto,

saltare su una moto verso nonsobenedove,

spogliarti in mezzo ad una strada,

invitare gente a caso a cena/pranzo/merenda/colazione,

pretendere di apprezzare più esemplari del tuo stesso sesso che l’opposto per liberarti di strani personaggi,

giocare a limonalosconosciuto,

farsi nuovi amici,

pensare di star giocando e invece avere paura di morire, davvero morire,

mangiare schifezze che tanto la ritenzione idrica ancora non la conosco,

prendere non uno ma due traghetti ubriaca,

cercare di avvicinare animali selvaggi e selvatici,

pensare di poter fare il bagno dopo aver bevuto tanto senza conseguenze,

essere sicuri certi e convinti che stavolta easyjet non controllerà la grandezza del mio bagaglio a mano,

passare una nottata a giocare a carte in attesa di un volo che forse partirà, ma forse no,

usare un mezzo di trasporto in oltre il numero consigliato,

dormire con le formiche e non darci molta importanza,

riconoscere di starsi nutrendo solo perchè fa fondo,

usare angoli non proprio nascosti per adempiere a funzioni corporee, naturali…ma pur sempre sconsigliate in pubblico,

addormentarsi ovunque e non dormire per giorni,

sfidare bambini e goderne per la vittoria,

e….l’inenarrabile..

ecco questo accade all’incirca dieci anni fa..gli sguardi di preoccupazione e disapprovazione erano rivolti prevalentemente nella mia direzione..c’era sempre qualcuno che doveva sobbarcarsi la responsabilità di riportarmi al sicuro sana e salva..

ma si cresce..è la vita..si impara..si capisce il significato di CONSEGUENZA e di “dovecazzohomessoil Jeffers” o “una coca cola ti salva la vita”

si cresce..vero..ma non sempre nel modo sbagliato: specialmente quando si cresce insieme, si ha la tendenza a concimare con il prorpio seme del male che ci sta troppo vicino..

così succede che per capire cosa è successo nella traversata di una costa del mediterraneo all’altra che abbiamo fatto, basta allargare l’ampiezza dello sguardo impaurito e disapprovante e moltiplicarne gli attori..

10 anni dopo non sono più solo io l’incosciente, quella che perde e si perde…

solo che si aggiunge questa sensazione di COME SE NON CI FOSSE UN DOMANI…perchè onestamente ad una certa non sai davvero se il tuo corpo arriverà a domani..

solo che domani arriva…comunque..sempre..

grazie

comunque

sempre

20130910-005155.jpg

20130910-010710.jpg

20130910-010925.jpg

20130910-010933.jpg

20130910-010953.jpg

20130910-011016.jpg

20130910-011033.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...