Higher and higher We’re gonna take it – 117

Spesso questo è il destino, e questi sono i tragici sviluppi, della femminilità fisica e mentale, quando una donna incontra, e attraversa, un’esperienza di particolare crudeltà. Se la donna è tutta tenerezza, muore. Se sopravvive, la tenerezza o le viene scostata di dosso oppure – e l’effetto all’esterno è lo stesso – le si incrosta così profondamente dentro il cuore che non si lascerà mai più vedere.

The Scarlet Letter – Nathaniel Hawthorne

 

ho provato l’ipnosi..così, giusto per capire se mi stessi nascondendo qualcosa..e se quel qualcosa era proprio quello che non capivo..

la paziente persona che ha tentato di farlo, dopo una mezz’ora buona di “rilassati e ascolta il suono della mia voce, lasciati andare e segui la mia voce” ha iniziato a perdere la pazienza, le mie resistenze erano troppe.

le ho consigliato di procurarsi delle birre per le sedute successive: avrei cantato come un uccellino in primavera.

cosa il mio Io stia censurando non mi è dato sapere..continuerò a vivere in attesa dell’isteria..almeno secondo Freud è ciò mi aspetta.

penso a Freud perchè ho in casa una sorellina terrorizzata dalla maturità, e dopo il supporto fisico dimostrato durante la mia tesi, non potevo non starle accanto sul pavimento a ripassare filosofia.

me la ricordo la mia maturità, come fosse ieri..sorvoliamo sui lustri reali…ho preparato 1/3 dell’esame nel giardino di Ilo, al sole, il libro sotto la testa: imparavo per osmosi io e il libro in mano poteva lasciare il segno sull’abbronzatura..Ilo e Achi in veranda, all’ombra, sedute intorno al tavolo, studiavano..le sentivo come una voce lontana..il rumore del mare;

1/3 sulla terrazza di Achi: il libro su una sedia accanto, una sorta di allarme “vedi che mi devi aprire”..Ilo e Achi dentro casa, al fresco, sedute al tavolo si concedevano giusto la pausa gelato (se qualcuno ce lo portava) e venivano a trovarmi per una sigaretta ogni ora e mezza chiedendomi: <ma stai studiando?><ma non mi vedi?!?!?!?(quasi offesa) <si..appunto per quello chiedo..>

1/3 chiusa nel bagno di casa: era l’unico posto in cui potessi fumare in casa e il più fresco e mancavano tre giorni all’orale ed ero terrorizzata: l’osmosi non aveva funzionato proprio per niente..

 

ricordo vagamente l’esame in se, piccoli aneddoti per far sorridere e annoiare le persone durante le cene:

tenevo il cellulare nascosto fra le tette (ai tempi potevo farlo)

mi sono addormentata/svenuta sul tema..faceva troppo caldo

il professore di educazione fisica ha tentato di passarmi la soluzione del problema di matematica..continuerò a rinfacciarle che ha copiato la parabola sottosopra..

ho lanciato una sedia contro il muro alla visione dei risultati degli scritti

ho stampato la tesina la mattina alle 7 il giorno dell’orale

ho urlato contro il professore di lettere durante l’orale di 75 minuti…non avevano niente da fare quel giorno

avevo un’abbronzatura fantastica

ho festeggiato per il mese successivo

avevo finito..nulla importava un granchè

a ben pensarci mi sono goduta molto di più i festeggiamenti per la maturità che per la laurea: alla mia festa di laurea non ci sono arrivata..(ma ringrazio tutti quelli che ci sono andati se è per questo)

la mia maturità rimarrà per sempre il risveglio alle 8 del mattino domenica 30 giugno, dal retro del pandino di ilo..e: guardare i tuoi amici parlare e ridere appoggiati alle ringhiere dei binari del treno, sentire il sole già caldo sui piedi allungati fuori dalla sportello, assaporare il sapore di alcol in bocca dalla notte prima, scoprire lentamente che i sedili passeggero di Dino ( il pandino) non sono così scomodi come sembrano ad occhio distratto e rendersi improvvisamente conto di non avere nulla da fare..

…a parte decidere cosa fare per il resto della mia vita, ma su questo devo ancora iniziare a lavorarci..seriamente..

A.a.
Mia madre che la mattina del l’esame Benedice me ilaria e alessia con l’acqua Santa..credo l’avesse conservata da Pasqua
 

20130624-005115.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...