I’ll take you out of the wishin’ well -244

Quando non c’è più rimedio è inutile addolorarsi, perché si vede ormai il peggio che prima era attaccato alla speranza. Piangere sopra un male passato è il mezzo più sicuro per attirarsi nuovi mali. Quando la fortuna toglie ciò che non può essere conservato, bisogna avere pazienza: essa muta in burla la sua offesa. Il derubato che sorride, ruba qualcosa al ladro, ma chi piange per un dolore vano, ruba qualcosa a se stesso.

William Shakespeare – Otello

il Doge di Venezia: atto I, scena III

è arrivato quel periodo dell’anno in cui rileggo “il piccolo principe”..è più forte di me..alla fine piango sempre..lo so che è come guardare Titanic e sperare che Jack affoghi Rose e si salvi, o Cappuccetto Rosso e sperare che il lupo prenda un digestivo..

..magari in futuro…con sta cosa della tecnologia che avanza si potranno schiacciare un paio di tasti e scegliere diversi happy endings..libri e film diventatno delle realtà interattive in cui scrittori e registi ti forniscono più possibilità tra cui scegliere, in base al piede con cui sei sceso dal letto la mattina..

sarebbe bello farlo anche nella vita..dai una sbirciatina su come viene, non ti piace, mandi indietro e rifai..inverosimile e forse anche poco divertente..ma mi viene questa fissazione ogni volta che Bill Murray rivive il giorno della marmotta..

malgrado tutto non si può..e in realtà, specialmente per chi come me è un pò fissato sull’avrei potuto, il fatto che esista solo un domani, che può discretamente essere meglio è una bella scoperta..magari hai imparato qualcosa di buono e quindi domani ti viene comunque un pò più accunciato…ma non è il mio caso perchè io ho la memoria dei pesci nella boccia di vetro..imparo poco..ricordo meno..ma mi piace considerarmi un pò un carrarmato..nel senso del vado avanti certo, ma faccio un casino tremendo, sono lenta come una massaia carica di buste e vado a sbattere sovente contro oggetti e persone..ma così viene fuori comunque che le mie repliche non sono mai uguali..

avevo più o meno 4 anni quando mia nonna, sotto la spinta dell’idea assolutamente anti-femminista di “una donna deve..”, mi ha insegnato a cucire…e io dall’ alto della mia innocenza ho pensato che il modo migliore per imparare fosse attaccare bottoni su tutti i tovaglioli del servizio buono di mia madre..lei non ne fu felice…avevo capito di aver sbagliato..ma avevo anche capito che il mio errore consisteva nell’aver dimenticato di fare le asole…il giorno dopo ho rimediato..mia madre non ne è stata più felice…e sono abbastanza convinta che sia in quel punto che è nata in me la disperata necessità di dover soddisfare delle inesistenti aspettative altrui..

da questa cosa si guarisce solo sviluppando un immenso egoismo…almeno fino a quando Doc non arriverà davvero con la DeLorean

20120218-132539.jpg

Annunci

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. Zeus ha detto:

    Sei una love addicted è il problema nasce nell’infanzia..Aggiungiamo poi che hai fatto errori pazzeschi soprattutto in certi campi,che dalla vita non riesci ad apprendere nulla perchè in fondo non conosci bene te stessa e cosa vuoi realmente,se non vai da uno psicologo serio la tua vità sarà sempre piena di contraddizioni e di contrasti,leggi libri ma fai l’oca in discoteca perchè non ti conosci…ed hai sbagliato tanto…e quello che hai sbagliato prima ora ti sta portando il conto da pagare,caro ed amaro..

    1. just2minutes ha detto:

      La papera, e non l’oca, la faccio ovunque:) ma in discoteca mi pagavano almeno…
      E comunque le contraddizioni fanno tutto più colorato…grazie a dio

    2. just2minutes ha detto:

      Ah…e le dipendenze c’é le ho praticamente da tutto e tutti

  3. Zeus ha detto:

    Bella la citazione di Otello..lo volevo dire..cmq così non puoi continuare a (soprav)vivere..devi diventare “sana”…e così non avrai + dipendenze e mi spiace non sono d’accordo sulle dipendenze che fanno + colore..fanno solo + male(alla lunga)!ma tutto nasce dal passato,ricorda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...