Truth Is You Can Stop And Stare -247

Il tempo sembra passare. Il mondo accade, gli attimi si svolgono, e tu ti fermi a guardare un ragno attaccato alla ragnatela. C’è una luce nitida, un senso di cose delineate con precisione, strisce di lucentezza liquida sulla baia. In una giornata chiara e luminosa dopo un temporale, quando la più piccola delle foglie cadute è trafitta di consapevolezza, tu sai con maggiore sicurezza chi sei. Nel rumore del vento tra i pini, il mondo viene alla luce, in modo irreversibile, e il ragno resta attaccato alla regnatela agitata dal vento.

Don De Lillo – Body Art

non so se capita solo a me.. ma alle volte la sensazione dentro è quella di voler esplodere..che le necessità dentro siano talmente tante che scoppiano..arrivano fuori..riconoscono l’ambiente totalmente estraneo e tornano dentro incazzate nere..e rimane quel senso di volere e non sapere come..

come dire..è un pò come quando siete in fila alle poste e avete 800milioni di cose da fare..non riuscite a stare in linea in fila, uno sguardo, incazzato, a quello che perde tempo allo sportello, uno all’orologio, uno al soffitto con imprecazione interna…uno sbuffo rumoroso nella speranza che attiri l’attenzione di quello davanti..e che, infastidito dal vosrro fastidio vi lasci passare avanti pur di evitare la trasmissione di quel senso d’ansia..e l’unica cosa che vi passa per la testa è “perchè stamattina ho lasciato il kalashnikov sotto il letto…zio paperino!”

così per sfogare tutta questa energia corro, corro un sacco..correvo un sacco..ho il nervo sciatico che si è ribellato ed andato alle terme senza invitarmi…ora sono costretta nella fase meno fai meno hai voglia di fare

comunque, mi vengono almeno un paio di idee geniali al giorno…ma, sarà colpa della crisi…mi si spengono le lampadine autonomamente nel cervello..e ogni tanto si riaccendono, solo un attimo..mi mandano a cagare, mi ridono in faccia.. rispengono la luce e vanno via ridendo..è esistito un periodo in cui ne prendevo anche nota delle mie fantasosie trovate per rivoluzionare la mia vita, “il libro delle idee geniali”…è finito in un rogo..

mi è anche passata per la testa l’idea di complicarmi un pò la vita..e iniziare a pensare di trovarmi un fidanzato…mio padre ha paura che rimanga zitella, mia madre che non le darò nipotini e mia nonna continua a ripetermi :”scart scart e vai a furnì ‘ndo scart”*…fortunatamente quella lampadina si è fulmita all’istante..rischiava di causare un blackout totale..

Non c’è possibilità di errore nel tango, Dana, non è come la vita: è più semplice! Per questo il tango è così bello: commetti uno sbaglio, ma non è mai irreparabile, seguiti a ballare! Perché non ti butti? Vuoi provare?

Scent of a Woman – Frank Slade/ Al Pacino

*traduzione in italiano= scarta scarta e vai finire nello scarto
decifrazione del messaggio = to vuo truvà nu ‘nnammurat o no?vir che pò nu truov nient..

20120214-224019.jpg

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Zeus ha detto:

    Infatti ma scrivi cose più intelligenti…e cmq meglio che non hai un fidanzato….fin quando incontri il belloccio stronzo(il genere che ti piace) non fa niente,il guaio sarebbe se incontrassi un buon ragazzo che si innamora di te allora rovineresti…lui…
    Scrivi post + profondi,altrimenti sono tutte cagate che mi ispirano per andare in bagno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...