I started running but there’s no where to run to -261

Qualunque amore riusciate a dare o a ricevere, qualunque felicità riusciate a rubacchiare o a procurare, qualunque temporanea elargizione di grazia: basta che funzioni. E non vi illudete: non dipende per niente dal vostro ingegno umano, più di quanto non vogliate accettare è la Fortuna a governarvi.

Boris Yellnikoff

Woody Allen – Whatever It Works

bhè..screw Fortune…

noi artefici del nostro destino..

e si ricomincia..ok , ho ricominciato talmente tante volte che il mio non può proprio essere definito un foglio bianco..vuol dire che prenderà tutto una tonalità un pò unica..il problema è che non capisco bene quello ci scrivo nemmeno io al momento..voglio dire, non c’è dubbio che Pollock abbia donato al mondo delle opere d’arte, ma ci metto la mano sul fuoco che ad un certo punto neanche lui sapesse cosa stava facendo..

sono più o meno a quel punto..confido sul finale..e tiriamo avanti..

il bello di essere piccoli è che si ha la memoria a breve termine..

cadi

ti fai male

piangi

il ricordo del dolore dura talmente poco che non ti ostacola dal rifarlo subito dopo..anzi , quasi quasi lo rifai subito subito per vedere se poi fa veramente male..

da piccola poi io ero un maschiaccio e cercavo di fare tutto quello che vedevo nei cartoni animati..

ho provato ad andare sui pattini trascinata da una bici..senza sapere andare sui i pattini..

io e mio fratello abbiamo provato a fare sia la catapulta infernale dei gemelli Derrick che il colpo combinato di holly e tom..con risultati disastrosi per le mie caviglie e le sue costole..

replicato colpo per colpo gli incontri di Pegasus contro Dragone…che senza armatura non sono un’esperienza piacevole..

il dolore, crescendo, è un pò come i postumi di una sbronza…più invecchi più durano..tocca che lo ammettiamo tutti…prima bastava un panino e svenire per una buona dozzina di ore..e ti risvegliavi pronto a far festa..senso di colpa zero..

ora..da un venerdì all’altro ancora tentenni…perchè sai cosa ti aspetta..

io farò finta di avere la memoria di un bambino..meglio ancora di un pesce rosso..

Boris: Aaaah Aaaah [urla]
Jessica: Che succede? Boris?
Boris: Io sto morendo.
Jessica: Che cos’hai?
Boris: Sto per, sto per morire..
Jessica: Vado a chiamare l’ambulanza?
Boris: Noo, non adesso, non stanotte, voglio dire prima o poi.
Jessica: Boris, tutti muoiono.
Boris: È inaccettabile!
Jessica: I tuoi attacchi di panico stan diventando più frequenti e più intensi. Devi ricominciare a prendere le tue medicine.
Boris: Non le riprendo le mie stramaledette medicine, non mi faccio offuscare la mente da sostanze chimiche quando sono l’unico ad avere un’esatta visione di insieme. Dove cazzo è la vodka?
Jessica: Devo incontrare dei clienti domattina, sono le quattro. Lo capisci?
Boris: Clienti certo. Facoltosi banchieri per disegnare i loro appartamenti chic, per riempirli di opere d’arte e di preziosi oggetti così possono esibire i loro soldi ed entrare nell’un percento che è al top di questa vergognosa, violenta, prevenuta, illetterata, sessualmente repressa, farisaica nazione.
Jessica: Senti sono le quattro del mattino, non puoi risparmiare questo sproloquio adolescenziale.
Boris: Io sono un uomo con un’ampia visione del mondo e sono circondato da microbi.

Boris Yellnikoff

Woody Allen – Whatever It Works

20120130-230319.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...