Strain this chaos turn it into light -322

Goditi potere e bellezza della tua gioventù.
Non ci pensare.
Il potere di bellezza e gioventù lo capirai solo una volta appassite.
Ma credimi tra vent’anni guarderai quelle tue vecchie foto.
E in un modo che non puoi immaginare adesso.
Quante possibilità avevi di fronte e che aspetto magnifico avevi!
Non eri per niente grasso come ti sembrava.
Non preoccuparti del futuro.
Oppure preoccupati, ma sapendo che questo ti aiuta quanto masticare un chewing-gum per risolvere un’equazione algebrica.
I veri problemi della vita saranno sicuramente cose che non t’erano mai passate per la mente.
Di quelle che ti pigliano di sorpresa alle quattro di un pigro martedì pomeriggio.
Fa’ una cosa, ogni giorno che sei spaventato.
Canta.
Non esser crudele col cuore degli altri.
Non tollerare la gente che è crudele col tuo.
Lavati i denti.
Non perder tempo con l’invidia.
A volte sei in testa.
A volte resti indietro.
La corsa è lunga e alla fine è solo con te stesso.
Ricorda i complimenti che ricevi, scordati gli insulti.
Se ci riesci veramente dimmi come si fa.
Conserva tutte le vecchie lettere d’amore, butta i vecchi estratti conto.
Rilassati.
Non sentirti in colpa se non sai cosa vuoi fare della tua vita.
Le persone più interessanti che conosco, a ventidue anni non sapevano che fare della loro vita.
I quarantenni più interessanti che conosco ancora non lo sanno.
Prendi molto calcio.
Sii gentile con le tue ginocchia, quando saranno partite ti mancheranno.
Forse ti sposerai o forse no.
Forse avrai figli o forse no.
Forse divorzierai a quarant’anni.
Forse ballerai con lei al settantacinquesimo anniversario di matrimonio.
Comunque vada, non congratularti troppo con te stesso, ma non rimproverarti neanche.
Le tue scelte sono scommesse.
Come quelle di chiunque altro.
Goditi il tuo corpo.
Usalo in tutti i modi che puoi.
Senza paura e senza temere quel che pensa la gente.
È il più grande strumento che potrai mai avere.
Balla.
Anche se il solo posto che hai per farlo è il tuo soggiorno.
Leggi le istruzioni, anche se poi non le seguirai.
Non leggere le riviste di bellezza.
Ti faranno solo sentire orrendo.
Cerca di conoscere i tuoi genitori.
Non puoi sapere quando se ne andranno per sempre.
Tratta bene i tuoi fratelli.
Sono il migliore legame con il passato e quelli che più probabilmente avranno cura di te in futuro.
Renditi conto che gli amici vanno e vengono.
Ma alcuni, i più preziosi, rimarranno.
Datti da fare per colmare le distanze geografiche e di stili di vita, perché più diventi vecchio, più hai bisogno delle persone che conoscevi da giovane.
Vivi a New York per un po’, ma lasciala prima che ti indurisca.
Vivi anche in California per un po’, ma lasciala prima che ti rammollisca.
Non fare pasticci coi capelli, se no quando avrai quarant’anni sembreranno di un ottantacinquenne.
Sii cauto nell’accettare consigli, ma sii paziente con chi li dispensa.
I consigli sono una forma di nostalgia. Dispensarli è un modo di ripescare il passato dal dimenticatoio, ripulirlo, passare la vernice sulle parti più brutte e riciclarlo per più di quel che valga.
Ma accetta il consiglio… per questa volta.

Phil Cooper – the Big kahuna

Mancano 25 giorni a Natale…e qualsiasi credo o setta o chessoio seguiate Natale è Natale…quest’anno mi preparo in anticipo, perché torno a casa, e devo assolutamente allenare lo stomaco al fine di non morire..
Seguo l’allenamento di joey*…ma questa è tutta un’altra storia e, un’altra fatica…
Quest’anno voglio giocare d’anticipo anche con il ciccione rosso..quindi:
Caro Babbo Natale

..quest’anno sono stata brava: ho ridotto al minimo accettabile le sbronze moleste, ho smesso di consumare la striscia magnetica della carta di credito, non cerco più di bloccare la crescita dei bambini fumandogli intorno( i polmoni dei bambini sono come le spugne nuove,assorbono prima e di più,liberando l’aria dal nocivo fumo passivo), non urlo più contro le spose ciccione** perché quando provano i vestiti “si vedono in carne”(il bianco non sfina)..credo sinceramente di essere diventata più buona…ho scaricato anche Santa’sVillage..quindi un pó me lo devi..
Quest’anno non vorrei regali materiali…a parte quelli della lista che ti ho mandato a luglio..ma vorrei:

  • Che il surriscaldamento globale alzasse la temperatura di un altro paio di gradi, perché sinceramente ho freddo;
  • Che la banca smettesse di inviarmi 20pagine scritte piccolo piccolo per dirmi di fare le operazioni on-line e salvare un albero;
  • svegliarmi il 25 mattina e avere lo stesso potere di Hayden Christensen in Jumper..
  • Che la gente la smettesse di parlarmi quando corro e ho gli auricolari..fai la battutta ridi solo tu non ti sento e non voglio sentirti..;
  • che gli uomini capissero che Ciao non vuol dire sempre “te la do”..;

……E se proprio ti avanzasse del tempo..ti ricordi di svegliarmi i giorni degli esami..credo che stavolta “Non mi laureo perché non ho sentito la sveglia” potrebbe non funzionare….

*Joey Tribbiani- friends s08 e09: the one with the rumors
**Say Yes to the dress

20111201-000157.jpg

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...