We roll the dice we play like fools -328

Presi la bottiglia e andai in camera mia. Mi spogliai, tenni le mutande e andai a letto. Era un gran casino. La gente si aggrappava ciecamente a tutto quello che trovava: comunismo, macrobiotica, zen, surf, ballo, ipnotismo, terapie di gruppo, orge, ciclismo, erbe aromatiche, cattolicesimo, sollevamento pesi, viaggi, solitudine, dieta vegetariana, India, pittura, scrittura, scultura, composizione, direzione d’orchestra, campeggio, yoga, copula, gioco d’azzardo, alcool, ozio, gelato di yogurt, Beethoven, Bach, Budda, Cristo, meditazione trascendentale, succo di carota, suicidio, vestiti fatti a mano, viaggi aerei, New York City, e poi tutte queste cose sfumavano e non restava niente. La gente doveva trovare qualcosa da fare mentre aspettava di morire. Era bello avere una scelta. Io l’avevo fatta da un pezzo, la mia scelta. Alzai la bottiglia di vodka e la bevvi liscia. I russi sapevano il fatto loro.

Women – Charles Buckowski

prima le cose importanti…ogni volta che penso questa frase mi viene in mente la storia, o forse era una pubblicità e io sono il perfetto esempio di come i massmedia ti entrino nel cervello, di quel professore che vuole spiegare ai suoi studenti come capire cosa è importante nella vita..e usa un vaso e delle pietre….

” – vedete, questo vaso vuoto è la vostra vita, e voi dovete solo riempirlo…

questi sassi grandi rappresentano le cose importanti: gli affeti, la salute, la serenità, i vostri sogni e anche la vostra conoscenza, con questi iniziate a riempire il vaso;

questi più piccoli, ciò che rendono, forse, più bella la vita: il successo e la soddisfazione personale..mettene quanti potete..(al massimo scuotete un pò il vaso, poi vedi che scendono e ce ne stanno di più)…

…la sabbia è tutto ciò che voi ora credete vi renda felice, ma in realtà è solo in più e non necessario, ma è quello che più ricercate ora..potete solo riempire gli spazi vuoti con la sabbia…

riuscite ad immaginare cosa succederebbe se iniziaste dalla sabbia??non ci sarebbe più spazio per ciò che davvero conta…-

a quel punto uno studente va verso la scrivania con una birra, la stappa, e la versa tutta nel vaso pieno..-si, che nella vita qualsiasi cosa ci metti…c’è sempre posto per una birra-”

ecco io sono fortunata, ho i sassi grossi e la birra..é che però ho messo prima la birra.

ed è un errore che non ho imparato a non ripetre…ma alla birra ci sono stata allenata da bambina.

mio padre me la dava dopo mangiato da piccola “perchè così digerisci”, nell’ennesimo tentativo di stordirmi e liberarsi di me, i fratelli e le sorelle di mia madre ci mandavano all’ora di pranzo a comprarla da queelo di fronte che ‘ce le aveva fresche perchè aveva il pozzetto nella cucina e dentro ci entrava tutta la cassetta di mini peroni’, che arrivavano quasi sempre a destinazione mancanti di qualche elemento..

.la birra è stata la prima trasgressione, il primo amore che non si scorda mai..

ho imparato ad aprirle con qualsiasi oggetto..e sono abbastanza fiera di questa skill aggiuntiva..devo solo trovare il modo di metterlo nel CV..

 

20111124-010006.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...